5 AGENDE CREATIVE E NON PER COMINCIARE AL MEGLIO IL 2021

Agende minimal o per chi ha un animo creativo, giornaliere o settimanali, una selezione di 5 agende sperando che il nuovo anno possa essere migliore di quello appena trascorso

Tra GoogleCalendar, note e promemoria sullo smartphone, io preferisco sempre scrivere appuntamenti e scadenze sulla carta, ma non solo perché un’agenda può servire anche come un diario per annotare giorno per giorno pensieri ed emozioni.

Anche quest’anno è tornato il momento, un po’ in ritardo rispetto al solito, di consigliarvi 5 agende per il 2021. Inizio da quella principale che mi accompagnerà ogni giorno del prossimo anno per organizzare il mio lavoro di artigiana, la scrittura degli articoli per il blog e post per i social network e tutti gli appuntamenti anche extra lavorativi. Insomma uno strumento che mi serve per pianificare le mie giornate dal mattino alla sera. E questo non poteva che essere un’agenda giornaliera. Anche quella del 2021 sarà sempre di Ilaria Chiaratti.

1 – Agenda giornaliera a spirale di Ilaria Ida Interior Lifestyle (già sold out): ben organizzata, con bellissimi pattern che cambiano mese per mese, alcuni di questi fanno parte della nuova capsule collection di Hasu Lab Design. L’avevo consigliata già nel mio articolo delle agende 2020 dello scorso anno e devo dire che per i miei impegni è molto pratica e mi sono trovata davvero bene.

Per chi invece ama le agende settimanali:

2 – Agenda 2021 La Grande di Asile’s World, una settimanale a spirale in formato A5 (disponibile anche La Piccola in formato A6) con una bellissima copertina con alcuni ritratti che Elisa ha realizzato. Interno molto minimal.

3 – Moleskine con Maneki Neko: un’amante del Giappone come me non poteva farsi scappare queste edizioni limitate. E sì ho preso entrambe le versioni: sia quella large con lo sfondo bianco che quella tascabile rossa. Mi porto sempre una mini agenda in borsa e deve essere leggera e compatta e quelle di Moleskine per me ormai sono una garanzia.

4 – Agenda Imperfetta di Stefania Piccole Cose Imperfette: planner annuale e mensile, spazio per to do list e sticker per personalizzare la propria agenda.

5 – La mitica 365 di 2021 di Camilla Zelda was a writer. Ebbene sì, quest’anno ritorna quest’agenda che mi ha accompagnato per diverse volte negli anni passati. Carta di qualità e copertine dei mesi colorate a tema Giappone. Non potevo non innamorarmi anche di questa! Camilla è sempre una garanzia.

Anche per quest’anno è tutto. Vi aspetto con il prossimo articolo dedicato ai calendari del 2021!

Se avete suggerimenti di altre agende con cui vi trovate bene potete scrivere nei commenti in modo che possano essere utili a chi passa di qui alla ricerca dell’agenda perfetta per il prossimo anno!

5 COSE DA FARE CON I BAMBINI A CASA

Ormai è più di un mese che le scuole sono chiuse e che come tutte le altre mamme mi scervello su cosa far fare a Daniele durante tutta la giornata. Io penso di essere fortunata perché è al primo anno di scuola materna e di compiti e lezioni online neanche l’ombra. Solo qualche scheda da colorare e qualche lavoretto creativo ogni tanto.

Di seguito vi elenco 5 attività che facciamo praticamente ogni giorno a rotazione.

DIPINGERE. Che siano pastelli o pennarelli, acquarelli o tempere, l’importante è divertirsi e giocare con i colori. Noi ci siamo divertiti moltissimo a colorare arcobaleni da regalare a nonni e zie, ma abbiamo anche dipinto tantissime illustrazioni che molti disegnatori hanno messo a disposizione.

Vorrei anche consigliarvi il libricino La magia dei colori di Valentina – Il tetto delle nuvole illustrato da Giulia di Le Petit Rabbit che racconta la storia dei Musini Birichini alle prese con i colori primari.

Invece se volete far colorare i vostri bimbi sul blog di Hasu Lab Design trovate due illustrazioni disegnate da Elisa Asile’s World a tema Giappone.

CUCINARE. Un modo per coinvolgere maggiormente i piccoli di casa nelle faccende quotidiane, ma anche qualcosa di nuovo in cui possono cimentarsi. Impanare le polpette, tirare la pasta della pizza e poi farcirla, preparare i biscotti con gli stampini sono solo alcune delle attività in cui ci possono aiutare i bambini in cucina. Divertimento assicurato per tutti anche se poi ci sarà sicuramente qualcosa in più da pulire. E se non sapete da che parte iniziare e avete bisogno di qualche spunto, c’è il libro Mamma che buono! di Giorgia – Cook the Look e Ornella aka Mammamatta.

FARE GIARDINAGGIO. Quest’anno abbiamo deciso di rifare l’orto dietro casa che negli ultimi due anni avevamo trascurato e Daniele si è rivelato un ottimo aiutante. I bambini sono molto curiosi e il contatto con la natura è molto importante. Quello che vi serve è un po’ di terra, un vaso e dei semi da piantare con i vostri bambini. Che siano fiori o erbe aromatiche i bambini saranno contentissimi di avere qualcosa di cui prendersi cura. Per chi ha bambini più grandicelli, potete creare insieme a loro delle bombe di semi facendo a mano anche la carta.

FARE MOVIMENTO. Sì, lo so, non tutti abbiamo la fortuna di avere case da 1000 metri quadrati e giardini immensi. Nemmeno io sono tanto fortunata, non abbiamo un giardino ma un orto “terrazzato” e sotto casa abbiamo un cortiletto in discesa e con gli scalini. Ma almeno possiamo permetterci di stare un po’ all’aperto. Quando piove, si sta tutti in casa e ci manteniamo in movimento facendo su e giù le scale e creando percorsi ad ostacoli anche in cucina (dove c’è anche il divano perché il salotto non ce l’ho). Spostate le sedie, mettete cuscini per terra, usate il cesto dei giochi come canestro e reinventate lo spazio per far fare un po’ di movimento ai vostri bambini e anche per voi.

LEGGERE. Perché ai bambini piacciono le storie e leggere fa bene anche a noi per immergerci in nuovi mondi. Daniele ultimamente adora sentire le storie a fumetti della Pimpa, così tanto che di molte storie si ricorda molte scene a memoria. E questo vi fa capire anche quante volte io possa averle lette! I libri che adoro leggergli sono quelli con fiabe e favole; ho due libroni ancora di quando ero piccola piccola. Una collana di libri che adoro è Einaudi Ragazzi Gold, che oltre ad avere alcuni titoli di Gianni Rodari e altre bellissime storie, è bellissima anche dal punto di vista estetico con le grafiche di copertina di Silvia Raga.

E voi cosa fate con i vostri bambini durante queste giornate? Seguite una routine oppure non avete programmi particolari?

LETTURE DI OTTOBRE 2019

That's Monique_Letture di ottobre 2019

Iniziare l’autunno con una nuova rubrica mi è sembrato l’ideale visto che ultimamente non ho molto tempo da dedicare a questo blog. Parlerò di riviste e libri che ho intenzione di leggere nel corso del mese. E poi questa stagione è perfetta per mettersi sul divano, con la copertina e una tazza fumante di tè per dedicare un po’ di tempo a sé stessi, e io lo faccio con la lettura.

Questa è una lista che mi serve per tenere traccia di quello che vorrei leggere durante il mese ma che vuole essere anche uno spunto per tutti voi. Ed ora iniziamo!

  1. Slow Home Slow Living – Issue 1 Autumn: il nuovo numero di questo magazine stupendo fondato da Sarah Tognetti di Shabby Chic Interior. Non è la classica rivista che si trova in edicola, si può ordinare solo sul sito di Slow Home Slow Living ed è ricca di contenuti interessanti. Per non parlare delle fotografie: pura magia. In questo numero ci sono alcuni articoli dedicati al mondo dei bambini (dall’educazione allo shop consapevole e sostenibile per i più piccoli, …) ed altri che riguardano la cucina, progetti DIY e un articolo su Copenhagen scritto da Camilla (La tazzina blu).
  2. I like it magazine: l’ultimo numero è uscito il 20 di settembre, ma io non ho ancora avuto il tempo di leggerlo con calma. Adoro questo magazine, tratta temi molto attuali su cui far riflettere. Le copertine, realizzate da illustratrici ogni volta diverse, sono bellissime e sono tutte da incorniciare.
  3. Se i gatti scomparissero dal mondo di Genki Kawamura: è il nuovo #librogiappone di ottobre, che verrà commentato dal 7 al 13 ottobre su Instagram. Sono un po’ in ritardo ma conto di finirlo entro domenica e darvi il mio parere su questo libro.
  4. Il botanista di Marc Jeanson e Charlotte Fauve. Un libro che mi piace già dal titolo e che non vedo l’ora di iniziare. Io da amante delle piante non potevo lasciarmelo scappare!
  5. Nel Giappone delle donne di Antonietta Pastore: è il decimo libro della lista dei libri sul Giappone da leggere per quest’anno che avevo scritto in un post all’inizio dell’anno.

Per questo mese non aggiungo altri libri alla lista perché sono già in modalità elfo di Natale per prepararmi a dicembre. Quest’anno sarà il primo Natale da artigiana e voglio arrivare ben preparata per non fare le cose tutto all’ultimo minuto, come al mio solito -.-