HEMMA – STORIES OF HOME AL FUORISALONE 2018

Hemma - Stories of Home al Fuorisalone 2018

Abitare in una casa svedese, osservare l’aspetto pratico ed estetico dello spazio e degli arredi nella vita quotidiana.

Swedish Design Moves è un progetto condotto da Visit Sweden per promuovere la diffusione del design svedese in tutto il mondo. Per la Milano Design Week sono stati selezionati ben 40 tra brands e designers del Paese scandinavo. Il design svedese

Lo studio di architettura d’interni Joyn ha curato l’esposizione HEMMA – Stories of Home al centro del Brera Design District. Questa mostra descrive benissimo l’essenza del design svedese legato alle sue radici rurali e ai suoi ideali di uguaglianza sociale, che vogliono garantire una qualità della vita molto alta e nel rispetto dell’ambiente.

Arredi e oggetti decorativi dal design funzionale, come l’appendi abiti a forma di casa della foto qui sotto di Essem Design.

Hemma - Stories of Home al Fuorisalone 2018

Colori caldi per un’atmosfera accogliente e vissuta nel salotto, spaziando dai toni del giallo senape al cognac del divano, con un tocco di rosa pastello della poltrona. Le bellissime lampade a sospensione sono di Pholc.

Hemma - Stories of Home al Fuorisalone 2018

Hemma – Stories of Home al Fuorisalone 2018: la quotidianità in una casa svedese

Attimi di vita quotidiana li possiamo notare nella tazzina rovesciata sul tavolo dell’immagine qui sotto. Una mini cucina a scomparsa è l’ideale per ambienti piccoli e open space che hanno varie funzionalità. Basta chiudere le ante e la cucina scompare alla vista. L’aspetto funzionale è fondamentale negli arredi, ma anche quello estetico è molto importante.

Hemma - Stories of Home al Fuorisalone 2018 Il design svedese non è solo il minimalismo che va di moda adesso, come molti credono.

 

Se vuoi leggere gli altri miei articoli sul Fuorisalone li trovi cliccando sui link qui sotto!

Blogger CF Style al Casa Facile Design Lab

Hay Design al Fuorisalone 2018

Stamberga al Fuorisalone 2018

BOMBONIERE BATTESIMO RICAMATE CON CERBIATTO

Bomboniere battesimo ricamate con cerbiattoGiusto un mese fa c’è stato il Battesimo di Daniele, poi il Fuorisalone, la presentazione dei nuovi Blogger CF Style di Casa Facile e tanti altri impegni. Non sono riuscita a mostrarvi prima le bomboniere che ho preparato per gli invitati, come avrei voluto.

Bomboniere battesimo ricamate con cerbiatto fai-da-te

Per realizzare questi sacchetti ho ricamato a punto croce dei teneri cerbiatti su una tela di lino bianco Zweigart, 13 fili. Ho seguito lo schema di Veronique Enginger (famosa disegnatrice francese), modificando il colore delle fronde ai lati del cerbiatto. Il retro del sacchetto è di stoffa di cotone a pois bianchi su base azzurra, mentre l’interno il contrario, a pois azzurri su base bianca.

Due tipi di nastro per fare i fiocchi (uno di raso azzurro e uno più sottile di vichy azzurro chiaro) e i ciucci coordinati alla sfumatura di azzurro del ricamo e della stoffa. Per la confezione mi ha aiutato mia mamma. Fino all’ultimo sono stata indecisa sul soggetto da ricamare e sul tipo di bomboniera da realizzare. Volevo qualcosa che potesse essere bello da guardare e utile nel futuro. Non mi piacciono proprio quei piccoli soprammobili che di solito regalano. Il sacchetto invece può essere riutilizzato come profuma cassetto inserendo all’interno i fiori di lavanda o quelle bustine profumate che si comprano.

Bomboniere battesimo ricamate con cerbiatto

Bomboniere battesimo ricamate con cerbiatto

Bomboniere battesimo ricamate con cerbiatto: la grafica

Su Etsy invece ho trovato una grafica per realizzare i bigliettini da inserire assieme ai confetti nei sacchetti e per creare delle bandierine da mettere nei vasetti delle piantine che abbiamo regalato. Ho trovato delle clipart di animali tenerissimi, tra cui il cerbiatto, dipinti all’acquarello. Mi sono piaciuti subito con quei musini carini. Ho stampato i bigliettini su cartoncino bianco (170 gr/m²) solo sulla parte esterna, mentre all’interno ho scritto il nome di Daniele e la data di nascita e Battesimo a mano con una penna gel azzurra.

Fare le bomboniere tutte a mano e da soli non è impossibile se ci si prepara per tempo. Per me è stata un’enorme soddisfazione. E gli invitati hanno apprezzato moltissimo.

#Monica

STAMBERGA AL FUORISALONE 2018

Stamberga al Fuorisalone 2018(2)

Un luogo trovato per caso durante il Fuorisalone 2018, un luogo dove ho lasciato un pezzo di cuore.

Ormai, se mi seguite da un po’, lo avrete capito. Mi piace la cultura orientale: arte, usi e costumi. Non potete immaginare quanto sia stata felice di visitare questo posto, che già dall’ingresso (immagine a sinistra qui sotto) prometteva meraviglie. Stamberga si trova all’interno di una corte nel cuore del distretto di design di Porta Venezia (a fine articolo trovate l’indirizzo), è una galleria fotografica, ma anche libreria.

Stamberga al Fuorisalone 2018: gli espositori

Per la Milano Design Week, Stamberga ospitava sedie e lampadari di Bonacina 1889, un marchio italiano di arredamento di design per interno ed esterno.

Sui tavoli si trovava una selezione di ceramiche e lampade di 1+1 Gallery, galleria di design con sede a Milano che seleziona pezzi storici di design (soprattutto lampade e ceramiche).

Da crafter, non ho saputo resistere a osservare attentamente gli accessori di seta giapponese di Sen Factory, fatti a mano e confezionati con molta cura in tutti i dettagli. E poi i pattern di queste stoffe erano proprio bellissimi: draghi, fiori e motivi geometrici.

E infine, non per meno importanza, le fotografie dei monaci buddhisti di Marco Beretta che mi sono incantata ad osservare. Stampe in grande formato e in bianco e nero che sovrastavano l’intera esposizione.

Sarà una tappa da segnare in agenda per il Fuorisalone del prossimo anno.

 

Indirizzo:

STAMBERGA Via Melzo, 3 – Milano

 

 

Se vuoi leggere gli altri miei articoli sul Fuorisalone li trovi cliccando sui link qui sotto!

Blogger CF Style al Casa Facile Design Lab

Hay Design al Fuorisalone 2018