DIY TSHIRT CON FIORI DI STOFFA

La primavera è ormai alle porte! Ieri è stata una bellissima giornata e ne ho approfittato per fare una bella passeggiata subito dopo pranzo. C’era il sole e si stava bene anche senza giacca. Questa giornata mi ha fatto venire in mente un progetto che avevo preparato qualche mese fa ma che non sono mai riuscita a pubblicare sul blog.

Si tratta di un progetto DIY per rinnovare una classica maglietta bianca e dargli un tocco di colore, che dopo un inverno di tanta neve c’è bisogno di un mondo variopinto. Un progetto semplice e velocissimo da realizzare anche per i principianti del cucito.

DIY Tshirt con fiori di stoffa: i materiali

  • Maglietta bianca
  • Stoffe colorate
  • Kanzashi Flower Maker Pointed Petal (della Clover, io ho la misura Large e lo potete trovare su Amazon)
  • Bottoni
  • Ago e filo
  • Forbici e spilli
  • Pastelli per tessuto (io ho usato quelli della Pentel)
  • Carta copiativa
  • Matita

DIY Tshirt con fiori di stoffa: procedimento

  1. Per realizzare i fiori utilizzare il kit Kanzashi Pointed Petal, dove all’interno si trovano tutte le istruzioni da seguire. Assemblare tre fiori con 5 petali con vari ritagli di stoffa.
  2. Una volta ultimati tutti e tre i fiori, attaccare i bottoni con ago e filo al centro di ogni fiore. Si possono anche attaccare con la colla a caldo.
  3. Posizionare sulla maglietta la carta copiativa e successivamente la stampa della sagoma degli steli dei fiori scaricabile (che potete scaricare cliccando qui). Con la matita ricalcare il disegno sulla maglietta facendo attenzione di fare una pressione sufficiente per lasciare il segno sul tessuto della Tshirt.
  4. Colorare i contorni degli steli con i pastelli per tessuto. (Un consiglio è di stirare bene la maglietta e appoggiarla su una superficie dura prima di iniziare a colorare!).
  5. Mettere un foglio di carta bianca sopra al disegno e passare il ferro da stiro caldo per fissare il colore, come consigliato nelle istruzioni dei pastelli.
  6. Infine, fissare con gli spilli i fiori di stoffa in cima ad ogni stelo e cucirli con ago e filo.

Adesso ho una “nuova” maglietta, pronta per essere indossata in una calda giornata di primavera. E voi cosa aspettate?! Tirate fuori dall’armadio quella maglietta bianca noiosa e dategli una nuova vita!

COVER DI STOFFA PER ALBUM DI FOTO

Finalmente dopo qualche giorno che Internet fa i capricci a casa, riesco a pubblicare questo post. In questo periodo sto lavorando a qualche novità per la primavera, e continuo anche a non trascurare la mia grande passione per il punto croce (uno dei buoni propositi che mi sono imposta per quest’anno). Così anche quest’anno ho deciso di partecipare al contest di punto croce organizzato da Rossana Gallo (Madame Chantilly), che si è concluso qualche giorno fa. In questa edizione c’erano ben tre schemi tra cui scegliere e io sono “rimasta fedele” a quello dello scorso anno e ho ricamato il 2018.

Nel 2017, per il contest avevo creato una lavagnetta utilizzando una vecchia cornice, mentre quest’anno ho realizzato una cover di stoffa per album di foto.

Cover di stoffa per album di foto: i materiali che ho usato

La cover di stoffa per album di foto è per Daniele che fra due giorni compirà un anno. Il ricamo è stato fatto su una tela di lino a 11 fili (Zweigart), e per confezionare il coprialbum ho usato dei tessuti americani con stampa ad uccellini, a quadretti color crema e verdi per la parte esterna; mentre per la fodera interna ho usato un tessuto bianco e per le alette un tessuto verde a stelle bianche. L’album invece non è altro che un quadernone a spirale di Ikea di qualche anno fa. Ha i fogli abbastanza spessi, come un cartoncino, ed è l’ideale per creare un album completamente personalizzato, senza avere vincoli di inserire le foto nelle apposite buste trasparenti.

Adesso non mi resta che iniziare a stampare le prime foto di questo 2018 e inserirle nell’album!

Vi piace?

#Monica

DIY GHIRLANDA DI CARTOLINE

Ritorno sul blog dopo un bel po’ di mesi. L’essere mamma è come un lavoro a tempo pieno, ma senza ferie, malattia e con la reperibilità 24h. Ci sono stati momenti belli, bellissimi ma anche periodi difficili. Ho avuto anche molto tempo per pensare al blog, al cucito e altri progetti che volevo portare avanti. Così ho deciso che questo era il momento giusto per ricominciare di nuovo, proprio nei giorni in cui lo scorso anno la mia vita sarebbe cambiata completamente. E cosa c’è di meglio di rimettermi a scrivere su questo mio diario digitale proponendovi un piccolo progetto DIY?!

Quest’estate presa da un “raptus” di riordino ho iniziato a svuotare scatole e scatoloni di documenti, riviste, biglietti e cartoline. Mi è subito venuta in mente   un’idea simpatica e semplice per decorare un angolo della mia casetta: realizzare una ghirlanda di cartoline da appendere per dare un po’ di colore a una parete vuota nel pianerottolo fuori dalla zona notte.

DIY Ghirlanda di cartoline: cosa serve?

Ho decorato due biglietti con degli adesivi per differenziare le due ghirlande che ho appeso vicine. Un filo di spago (io ho usato baker twine di cotone bianco e nero), washi tapes colorati (per fissare le ghirlande alla parete e anche il retro delle cartoline allo spago), forbici e ovviamente un bel po’ di cartoline sono i materiali che ho utilizzato. Al posto delle cartoline potete anche appendere delle fotografie.

Niente di più semplice per decorare un angolino vuoto e per esporre immagini di luoghi che amiamo o che ci fanno sognare.

Scrivetemi nei commenti che cosa ne pensate!

A presto!

Monica