SEGNAPOSTO PER HALLOWEEN

Segnaposto per HalloweenE anche il 31 ottobre è arrivato! Oggi vi mostrerò come ho usato i simpatici segnaposto che Sara di Sara Elan Illustration ha creato per gli iscritti alla mia newsletter e che ho deciso di condividere con tutti voi lettori del blog. Se mi seguite da un po’ e se siete iscritti alla mia mailing list saprete che Sara prepara le illustrazioni da scaricare per le mie newsletter mensili, se non la conoscete rimediate subito. I suoi disegni sono vere opere d’arte, come la luna in dotwork (tutta a puntini) che oggi terminerà per il progetto Inkoctober, per vedere di più seguite il suo profilo Instagram.

Ma ora passiamo ai veri protagonisti di questo post: i segnaposto di Halloween da scaricare e stampare (link ink fondo all’articolo)!

Per questi segnaposto abbiamo scelto la forma un po’ arrotondata, che ricorda le lapidi del cimitero (ma non troppo per non farli troppo spaventosi!), e i soggetti sono i classici di Halloween: fantasmino, zucca, gatto nero, pipistrelli, zucca, casa investata e anche un bel teschietto porta caramelle. Io li ho usati per ricreare un bel party setting e non solo come segnaposto tradizionale e ora vi spiego come ho fatto.

Segnaposto per Halloween: idee per la mise en place

I segnaposto si possono utilizzare in vari modi, in base anche allo spazio disponibile sulla tavola. Il metodo più classico è quello di posizionare il cartoncino piegato (in maniera che stia su da solo) vicino al bicchiere dell’invitato. Oppure si può appoggiarlo sopra al tovagliolo e fermarlo con un nastrino o un pezzettino di spago (io ci ho aggiunto un bottone a tema Halloween).

Se invece la festa è a buffet e si sta in piedi, potrete utilizzare i segnaposto per contrassegnare i vostri bicchieri. Un modo più carino per non scrivere il proprio nome sopra con il pennarello indelebile. E anche se lascerete in giro il vostro bicchiere, avrete il vostro disegno distintivo oltre che al nome! Io li ho attaccati con dei washi tape colorati!

Inoltre, potrete utilizzarli come targhette per indicare il contenuto delle ciotoline, i gusti delle caramelle, oppure divertirvi a inventare i nomi dei cibi e delle bevande, tipo “sangue di strega”, “bava di zombie”, …

E per finire, forse la cosa più semplice di tutte, utilizzare la frutta come segnaposto. L’idea delle clementine come zucche da utilizzare come segnaposto mi è venuta, invece, all’ultimo momento, quando avevo già preparato tutto per scattare. Ho preso il cartoncino verde, ho ritagliato la sagoma di foglia, ci ho scritto sopra il nome e l’ho incollata con del nastro adesivo. Et voilà, avrete creato un segnaposto carinissimo e “commestibile” in meno di cinque minuti!

Clicca qui per scaricare i tuoi segnaposto da stampare!

Spero che queste idee vi siano piaciute e se utilizzate i segnaposto per le vostre feste taggateci nelle vostre foto sui social e usate l’hashtag #saraelanxthatsmonique.

 

Per leggere gli articoli su Halloween degli scorsi anni, cliccate qui.

 

 

BOMBONIERE BATTESIMO RICAMATE CON CERBIATTO

Bomboniere battesimo ricamate con cerbiattoGiusto un mese fa c’è stato il Battesimo di Daniele, poi il Fuorisalone, la presentazione dei nuovi Blogger CF Style di Casa Facile e tanti altri impegni. Non sono riuscita a mostrarvi prima le bomboniere che ho preparato per gli invitati, come avrei voluto.

Bomboniere battesimo ricamate con cerbiatto fai-da-te

Per realizzare questi sacchetti ho ricamato a punto croce dei teneri cerbiatti su una tela di lino bianco Zweigart, 13 fili. Ho seguito lo schema di Veronique Enginger (famosa disegnatrice francese), modificando il colore delle fronde ai lati del cerbiatto. Il retro del sacchetto è di stoffa di cotone a pois bianchi su base azzurra, mentre l’interno il contrario, a pois azzurri su base bianca.

Due tipi di nastro per fare i fiocchi (uno di raso azzurro e uno più sottile di vichy azzurro chiaro) e i ciucci coordinati alla sfumatura di azzurro del ricamo e della stoffa. Per la confezione mi ha aiutato mia mamma. Fino all’ultimo sono stata indecisa sul soggetto da ricamare e sul tipo di bomboniera da realizzare. Volevo qualcosa che potesse essere bello da guardare e utile nel futuro. Non mi piacciono proprio quei piccoli soprammobili che di solito regalano. Il sacchetto invece può essere riutilizzato come profuma cassetto inserendo all’interno i fiori di lavanda o quelle bustine profumate che si comprano.

Bomboniere battesimo ricamate con cerbiatto

Bomboniere battesimo ricamate con cerbiatto

Bomboniere battesimo ricamate con cerbiatto: la grafica

Su Etsy invece ho trovato una grafica per realizzare i bigliettini da inserire assieme ai confetti nei sacchetti e per creare delle bandierine da mettere nei vasetti delle piantine che abbiamo regalato. Ho trovato delle clipart di animali tenerissimi, tra cui il cerbiatto, dipinti all’acquarello. Mi sono piaciuti subito con quei musini carini. Ho stampato i bigliettini su cartoncino bianco (170 gr/m²) solo sulla parte esterna, mentre all’interno ho scritto il nome di Daniele e la data di nascita e Battesimo a mano con una penna gel azzurra.

Fare le bomboniere tutte a mano e da soli non è impossibile se ci si prepara per tempo. Per me è stata un’enorme soddisfazione. E gli invitati hanno apprezzato moltissimo.

#Monica

DIY TSHIRT CON FIORI DI STOFFA

La primavera è ormai alle porte! Ieri è stata una bellissima giornata e ne ho approfittato per fare una bella passeggiata subito dopo pranzo. C’era il sole e si stava bene anche senza giacca. Questa giornata mi ha fatto venire in mente un progetto che avevo preparato qualche mese fa ma che non sono mai riuscita a pubblicare sul blog.

Si tratta di un progetto DIY per rinnovare una classica maglietta bianca e dargli un tocco di colore, che dopo un inverno di tanta neve c’è bisogno di un mondo variopinto. Un progetto semplice e velocissimo da realizzare anche per i principianti del cucito.

DIY Tshirt con fiori di stoffa: i materiali

  • Maglietta bianca
  • Stoffe colorate
  • Kanzashi Flower Maker Pointed Petal (della Clover, io ho la misura Large e lo potete trovare su Amazon)
  • Bottoni
  • Ago e filo
  • Forbici e spilli
  • Pastelli per tessuto (io ho usato quelli della Pentel)
  • Carta copiativa
  • Matita

DIY Tshirt con fiori di stoffa: procedimento

  1. Per realizzare i fiori utilizzare il kit Kanzashi Pointed Petal, dove all’interno si trovano tutte le istruzioni da seguire. Assemblare tre fiori con 5 petali con vari ritagli di stoffa.
  2. Una volta ultimati tutti e tre i fiori, attaccare i bottoni con ago e filo al centro di ogni fiore. Si possono anche attaccare con la colla a caldo.
  3. Posizionare sulla maglietta la carta copiativa e successivamente la stampa della sagoma degli steli dei fiori scaricabile (che potete scaricare cliccando qui). Con la matita ricalcare il disegno sulla maglietta facendo attenzione di fare una pressione sufficiente per lasciare il segno sul tessuto della Tshirt.
  4. Colorare i contorni degli steli con i pastelli per tessuto. (Un consiglio è di stirare bene la maglietta e appoggiarla su una superficie dura prima di iniziare a colorare!).
  5. Mettere un foglio di carta bianca sopra al disegno e passare il ferro da stiro caldo per fissare il colore, come consigliato nelle istruzioni dei pastelli.
  6. Infine, fissare con gli spilli i fiori di stoffa in cima ad ogni stelo e cucirli con ago e filo.

Adesso ho una “nuova” maglietta, pronta per essere indossata in una calda giornata di primavera. E voi cosa aspettate?! Tirate fuori dall’armadio quella maglietta bianca noiosa e dategli una nuova vita!