SUKHI TAPPETI SOSTENIBILI

Al giorno d’oggi è sempre più difficile trovare prodotti di qualsiasi genere di ottima qualità, che durino nel tempo e che siano realizzati in maniera etica e sostenibile. Per fortuna, però, ci sono delle eccezioni, soprattutto se andiamo a cercare realtà artigiane o brand che hanno a cuore le condizioni di lavoro dei propri dipendenti e il rispetto dell’ambiente. Questo è il caso di Sukhi, un’azienda che fa produrre tappeti ad artigiani in India, Nepal, Turchia e Marocco.

La produzione di ogni tappeto inizia soltanto dopo la ricezione di un ordine e questo consente di evitare sprechi di materie prime e costi di magazzino. Inoltre, l’assenza di intermediari tra l’artigiano e il cliente finale permette di poter vendere questi articoli a prezzi competitivi e accessibili a tutti.

Sul sito di Sukhi trovate una grande varietà di tappeti dal design unico ed etico, di alta qualità e che mantengono le tradizioni di lavorazione originarie: dai Beni Ourain delle montagne del Marocco ai tappeti patchwork turchi, da quelli orientali tipici dell’area indiana ai tappeti di palline in feltro realizzati in Nepal.

Sukhi tappeti sostenibili: i tappeti di palline di feltro

Questi ultimi sono disponibili sia nella forma rettangolare sia rotonda e sono personalizzabili al 100% sia nei colori sia nelle dimensioni. Sono creati completamente a mano da artigiane di Kathmandu, utilizzando pura lana proveniente dalla Nuova Zelanda.

I tappeti di palline rotondi li trovo perfetti per le camerette dei bambini, ma anche per lo studio o il salotto. Sto già pensando di acquistarne uno per la stanza di Daniele ma sono ancora molto indecisa sui colori.

Ogni tappeto viene spedito con un’etichetta con il nome della persona che lo ha realizzato ed è possibile contattarla per ringraziarla via email. Io la trovo una cosa bellissima ed emozionante. Sapere che il mio tappeto è stato realizzato interamente a mano da un’artigiana che lavora in condizioni dignitose, non sottopagata ma anzi che guadagna 2-3 volte di più rispetto alla media della regione in cui abita sono tutti aspetti importantissimi che purtroppo nei Paesi in via di sviluppo sono una rarità.

That's Monique_Sukhi tappeti sostenibili_tappeti in feltro_colazione

Sukhi tappeti sostenibili e personalizzabili

Per personalizzare i tappeti di palline, potete scegliere tra svariati colori e potete vedere in anteprima sullo schermo il risultato del vostro abbinamento. Per i miei sottobicchieri ho combinato 4 colori per quello sui colori dell’azzurro/blu e 3 per l’altro (fucsia, bianco e grigio).

Questi piccoli tappetini sono perfetti per decorare la tavola e sono perfetti come sotto tazza per la colazione o per l’ora del tè. Io li ho utilizzati anche per appoggiare i vasi delle piante e per dare un po’ più di colore a questo angolino.

Se siete curiosi di scoprire il processo di produzione di un tappeto di palline in feltro, guardate il video qui sotto.

*Post in collaborazione con Sukhi. La mia opinione qui riportata è veritiera e non è condizionata in alcun modo dal brand. *

BENT BOX NORMANN COPENHAGEN

bent box normann copenhagenBent box è una serie di scatole per contenere oggetti di uso quotidiano ispirata ai tradizionali vassoi portapranzo giapponesi

Il brand danese Normann Copenhagen rivisita le classiche bento box in stile nordico come scatole portatutto. Sono state create dai designer di Visibility, uno studio di design industriale fondato a New York nel 2012 da Joseph Guerra e Sina Sohrab.

Un oggetto di design con una forte componente estetica data dalla semplice forma geometrica ma allo stesso tempo molto funzionale. I designer hanno ricavato questa forma per riduzione, esplorando varie geometrie, fino a trovare una forma comprensibile all’utilizzatore.

Bent Box Normann Copenhagen come contenitore salvaspazio

Questi contenitori sono di piccole dimensioni (23,5 x 14,5 cm e altezza di 5 cm), perfette per contenere qualsiasi piccolo oggetto. Sono realizzati in laminato di betulla. Sono molto versatili perchè si adattano molto bene a vari ambienti della casa oppure dell’ufficio. Sia per contenere bijoux e prodotti per il make up, sia per tenere in ordine le spezie in cucina oppure medicinali e accessori in bagno, possono essere utilizzati come scatole per nascondere gli oggetti oppure come vassoi, al contrario, per mostrarli e tenerli in bella vista. Le Bent Box sono disponibili in tre colori di super tendenza: rosa pallido, verde olmo e arancione ruggine. Vi ricordate il mio post sul colore terracotta? Questa scatolina in questa sfumatura sarebbe perfetta come svuota tasche vicino al davanzale della fiinestra della cucina che dà sulle scale.

Queste scatole sono impilabili e per questo motivo sono delle ottime soluzioni salvaspazio, soprattutto per chi come me ha una casa piccola e ha sempre bisogno di un angolo nascosto in cui mettere certe cose. Me le immagino già, impilate, nel mobiletto del bagno per tenere in ordine i medicinali. Ma anche nella mia camera da letto per contenere tutti i miei bijoux. In questo modo potrei organizzare tutti gli anelli su un vassoio, i braccialetti in un altro e suddividere ogni categoria di oggetti in una scatola di colore diverso in modo da trovarli più facilmente.

Gli abbinamenti di colore con il verde e il rosa mi piacciono moltissimo, ma anche quello con l’arancione e il rosa. Invece il verde e l’arancione insieme stanno bene ma non sono proprio nelle mie corde. Aspetto che presentino qualche altro colore magari con sfumature di colori freddi che amo maggiormente.

Cosa ne pensate di queste scatoline? Io le adoro.

STYLING PER HALLOWEEN 2018

Styling per Halloween 2018Halloween non è una nostra festa. Io ho iniziato a “festeggiarla” per la possibilità di decorare casa non certo per travestirmi da strega (anche se ho fatto anche questo per qualche festa con le amiche in discoteca). Negli anni ho realizzato e acquistato varie decorazioni, ma nessuna davvero mostruosa. Anzi, tutto il contrario. Sono più tipo da zucche, fantasmini carini e streghette piuttosto che zombie e mostri.

E lo si può ben vedere da come ho decorato il mio angolino del cuore: il pianerottolo dove arrivano le scale che portano alla zona notte. Su Instagram l’avrete visto moltissime volte, mentre qui sul blog non l’avevo ancora mostrato. O meglio l’attuale versione, per vedere com’era appena mi sono trasferita in questa casa e le successive versioni potete andare a dare un’occhiata ai miei vecchi post (qui e qui) – sono del 2014 e 2015!

Styling per Halloween 2018

Styling per Halloween 2018: decorazioni fai da te

Come crafter, non potevo non creare qualche decorazione per la casa. L’anno scorso ho ricamato questo gatto nero a punto croce molto colorato (schema di Barbara Ana Design) e poi ho confezionato questo copricuscino con i bellissimi tessuti americani di Robert Kaufmann. Avevo già ricamato negli anni passati qualcosa di questa designer proprio per Halloween (e me ne sono ricordata adesso che sto scrivendo questo post!). Mancano ancora le lucine da accendere e le candeline, ma aspetto la sera del 31 per accenderle.

Un’altra decorazione che ho realizzato sono le streghette, con pizzi e nastri, una pallina di legno per la testa e un po’ di paglia per i capelli. Mentre il cappello è fatto in pannolenci nero.

I fantasmini invece sono di plastica e li ho acquistati lo scorso anno su Paccoregalo.com.

Styling per Halloween 2018

Nella finestra dove ci sono le piante (anche se da queste foto non si vede) ho messo qualche zucca di stoffa, che ho realizzato riciclando campioni di tapezzeria. Il tutorial lo trovate nel mio ultimo articolo per Casa Facile.

E come potete notare, tutte le decorazioni sono appese, “fuori portata” dalle manine del mio super assistente che questa volta ha voluto esser parte dello shotting. Lui con la sua macchinina di Batman, la prossima volta dovrò mettergli il costume così può entrare meglio nel personaggio!

Styling per Halloween 2018

Styling di Halloween 2018 e il gatto stregato

Per quest’anno, ho voluto “regalarmi” anche un bel libro illustrato per quando Daniele sarà un pochino più grande (lettura consigliata dai 5 anni su): Il gatto stregato di Paolo Cossi e illustrato da Massimiliano Frezzato. Ho letto le recensioni ma soprattutto sono rimasta affascinata dalle illustrazioni. E Daniele sembra già essere interessato. Stasera inizierò a leggerlo per finirlo domani sera.

Ma ho già addocchiato un altro libro che prenderò il prossimo anno e sarà La casa stregata, un libro pop-up della Usborne. Ho conosciuto solo quest’anno questa casa editrice, durante il book exchange di libri per bambini organizzato da Ornella aka Mammamatta e ne sono già innamorata! Quindi da qui ai prossimi anni ne acquisterò un bel po’, se avete qualche consiglio su qualche titolo sono tutta orecchi.

Styling per Halloween 2018

Bastano davvero pochi elementi per creare un’atmosfera di Halloween davvero molto carina, senza stravolgere la casa ma soprattutto senza farla sembrare una “casa infestata”. A me piace davvero tanto perchè per ogni angolo di casa cerco di giocare il più possibile con i colori!

Che ve ne pare?

 

Per leggere altri articoli a tema Halloween clicca qui.