MINI GUIDA DELL’ISOLA DI KRK

A quasi due mesi di distanza dalla nostra prima vacanza in tre in Croazia, riesco a pubblicare la mia piccola guida all’isola di Krk.

Non abbiamo fatto il giro completo come avremmo voluto perché il meteo ci è stato avverso con pioggia e temperature abbastanza fresche (20º la temperatura che abbiamo avuto per quasi tutta la settimana eccetto due giorni di bel caldo!). A parte questo, abbiamo visitato dei luoghi stupendi. E sì anche con la pioggia il mare è bellissimo.

Mini guida dell’isola di Krk: come arrivare

L’isola di Krk è facilmente raggiungibile dall’Italia, da Trieste, seguendo l’indicazione per Rjeka (Fiume). Subito prima del confine con la Slovenia si uscirà dall’autostrada per poi rientrare solo in terra croata. In Croazia il pedaggio è come in Italia, si paga in base alla tratta percorsa. Una volta arrivati a Fiume seguire l’indicazione per Krk. Si dovrà pagare il pedaggio per attraversare il ponte che porterà direttamente all’isola (circa 5 €, il ritorno è gratuito).

Mini guida dell’isola di Krk: cosa visitare

Malinska: una cittadina di recente costruzione e molto turistica. Adatta alle famiglie con bambini, ci sono varie spiagge di sassolini alternate a tratti cementati dove prendere il sole. Il lungomare è l’ideale per fare passeggiate al mattino presto e alla sera (nelle ore più calde è molto affollato perché la gente si stende ai lati della stradina).

Baska: si trova nella parte meridionale dell’isola e anche quella più selvaggia. Da qui partono numerosi sentieri per escursioni a piedi sui rilievi circostanti e anche per raggiungere la spiaggia di Vela Luka, una splendida caletta raggiungibile solo con il taxi boat o a piedi.

Le case di Baska si sviluppano per la maggior parte su più piani e sono veramente carine. Il centro è un groviglio di stradine pedonali che portano a negozietti di souvenir e ristoranti dove poter mangiare pesce fresco.

Krk: è il capoluogo dell’isola e sorge sul sito di epoca romana Curicum. Nel centro medievale si possono visitare il castello quattrocentesco, una cattedrale romanica e la cinta muraria.

Punat: un’altra meta molto turistica, da qui si può raggiungere l’isolotto di Košliun dove è situato un unico edificio, un monastero francescano del XVI secolo.

Mini guida dell’isola di Krk: cosa fare con i bambini

Oltre che a stare in spiaggia e a fare il bagno, una tappa al parco giochi è d’obbligo se avete bambini piccoli. Noi ne abbiamo trovato uno a Malinska proprio sul lungomare, vicino alla nostra spiaggetta di sassolini. Oltre alla comodità di trovarlo sulla via per casa era anche un ottimo riparo dal sole, con tanti alberi. Per i bambini più grandicelli, invece, ci sono i giochi gonfiabili direttamente in acqua.

Dal porto di Malinska partono giornalmente traghetti per altre isole che fanno ritorno in giornata, ideali per passare una giornata alternativa in mare. Una cosa che mi sarebbe piaciuto provare ma che purtroppo non siamo riusciti a fare, era una mini gita di mezz’ora con una specie di sottomarino per vedere i pesci sott’acqua.

In caso di maltempo, a Baska si trova un acquario che comprende 21 vasche di fauna acquatica tipica dell’Adriatico croato. Non è molto grande ma per i più piccoli è sicuramente molto interessante e divertente. Anche nella cittadina di Krk ci sono due acquari: uno tropicale e un acquario/terrario.

Un’altra attrazione turistica è la grotta di Biserujka, situata nei pressi di Rudin nella parte settentrionale  dell’isola. All’interno è possibile osservare stalattiti, stalagmiti e colonne di calcite con una temperatura costante che va dai 10º ai 13º durante tutto l’anno.

Se visiterete l’intera isola, un consiglio è quello di acquistare il pacchetto per visitare i 3 acquari e la grotta con un discreto risparmio.

Mini guida dell’isola di Krk: altri consigli

La moneta ufficiale croata è la kuna e un euro equivale a 7 kune e qualcosa. Il pedaggio autostradale e nei ristoranti si può pagare in euro, ma il resto sarà in kune. Mentre nei supermercati accettavano soltanto la valuta locale.

Per una guida più dettagliata sull’isola potete dare un’occhiata all’itinerario realizzato da Simonetta sul suo blog Ritagli di Viaggio.

Se avete qualsiasi domanda potete scriverla nei commenti qui sotto e vi risponderò con molto piacere.

 

 

 

 

MODERN CALLIGRAPHY IN VALDIROSE


Two months have already been passed since I went to Florence for the first time – actually the second one, my very first time I was too young and I cannot remember anything about the visit at the city.

So, this time I took the opportunity to have a look at the most famous sightseeings and to attend a workshop of modern calligraphy in a small village in the nearby of Florence.

This workshop was organized by Lauranne Boyd and Irene Berni of Valdirose Charming Rooms, a beautiful B&B in the tuscan hills.
∆    ∆   

Sono già passati due mesi da quando sono stata per la prima volta a Firenze, anzi la seconda volta. La mia prima volta ero troppo piccola e non posso ricordare la visita alla città.

Così questa volta ne ho approfittato per fare un giro tra le maggiori attrattive della città e per frequentare un corso di calligrafia moderna in un paesino vicino Firenze.

Questo workshop è stato organizzato da Lauranne Boyd e Irene Berni di Valdirose Charming Rooms, un B&B da sogno nelle colline toscane.


Before this class, I had already the time to practice a little bit by my own, following the instructions of the book Modern Calligraphy by Molly Suber Thorpe.
Attending workshops with other people and with someone who teaches you, it’s better than studying alone. It’s very important to learn the right way to keep the pen in your hand and the best thing is that someone corrects you when you’re doing it wrong.

∆    ∆   

Prima di questo corso, avevo già avuto il tempo di “allenarmi” un po’ da sola, seguendo le istruzioni del libro Modern Calligraphy di Molly Suber Thorpe.
Frequentare i workshop con altre persone e con qualcuno che ti insegna è molto meglio che studiare da soli. Molto importante è imparare a tenere bene la penna nella mano e la cosa migliore è che qualcuno ti corregga se lo stai facendo nella maniera sbagliata.



We began with every single letter of the alphabet and at the end of the lesson we were able to write our name. Learning in such an amazing place gives you more motivation and inspiration.
Like all the arts, you have to exercise constantly to reach some goods results.
I will thank you again Lauranne and Irene for this chance to meet people from all aver Italy.

∆    ∆   

Abbiamo iniziato con ogni singola lettera dell’alfabeto e a fine lezione eravamo capaci di scrivere il nostro nome. Imparare alcuni dei fondamenti di quest’arte in un posto così incantevole ci ha trasmesso ancor più motivazione ed ispirazione.
Come tutte le arti, anche per la calligrafia bisogna esercitarsi parecchio e costantemente per raggiungere risultati soddisfacenti.
Ringrazio nuovamente Lauranne e Irene per questa opportunità che ci hanno dato di conoscere nuove persone provenienti da tutta Italia.



And here we are all together!



#Monica